sabato 24 settembre 2016

Potenziare nella Buona Scuola

Organico scolastico 2016/2017

Non esistono docenti di potenziamento, non esistono cattedre di potenziamento, esistono ore e compiti di potenziamento.

I vari dubbi si possono chiarire con un esempio ed una serie di domande e risposte:


Esempio

Il Liceo Archimede ha 3 cattedre di 18 ore e 1 cattedra di potenziamento in OD, 8 ore di in OF per la materia A0NM (nel senso di una classe di concorso specifica come la vecchia A042 - Informatica)

Questo significa che la scuola durante l’anno scolastico deve erogare 80 ore di A042 a settimana di cui 62 ore di lezione in classe previste nel monte ore ordinamentale e 18 ore di potenziamento da organizzare secondo il PTOF. Le 18 ore di potenziamento possono essere assegnate ad 1 singolo docente o distribuite tra tutti i docenti disponibili nell’organico della scuola in modo da garantire al meglio il patto formativo della scuola, ovvero garantendo innanzitutto la copertura delle ore ordinamentali e poi il PTOF. In nessun modo l’assegnazione delle ore ordinamentali (di cattedra) può modificare il totale di ore disponibili alla scuola.

Ad esempio se per ritardi nella nomina sulle 8 ore di OF all’inizio delle lezioni il DS si trovasse a poter disporre dei soli 4 docenti in OD questi potrebbe benissimo dividere le 62 ore di cattedra tra i suoi 4 docenti (15+3)x2 e (16+2)x2 garantendo così fin dall’inizio dell’anno le 62 ore di cattedra e 10 ore delle 18 ore di potenziamento, garantendo inoltre nell’anno, e probabilmente nel triennio, la continuità didattica nelle classi. Inoltre il dirigente potrebbe immediamente nominare fino ad avente diritto un supplente sulle 8h che devono essere assegnate fino al 30 giugno dal provveditorato (perché la nomina fino ad avente diritto – o fino al 30 giugno se le GaE fossero esaurite per le supplenze – NON è una supplenza temporanea).

Cosa succede se un docente impegnato nello svolgere 15 ore di cattedra + 3 di potenziamento prende 2 mesi di congedo per motivi familiari? Succede che il dirigente deve nominare per 2 mesi un supplente sulle 15 ore di cattedra e lasciare scoperte per quei 2 mesi le 3 ore di potenziamento fornite da quel docente sopperendo ad esse con la flessibilità garantita dall’organico dell’autonomia.



Domande e Risposte

D1) Cosa significa avere 3 cattedre di A0NM in OD 4 docenti di A0NM in OD e uno spezzone di 8 ore di A0NM in OF?
R1) Significa che la scuola in questione ha nell’organico dell’autonomia 80 h di A0NM di cui 18 ore di potenziamento.

D2) Posso assegnare le 8 ore dello spezzone ad uno dei docenti in OD?
R2) Certo. Chi fa cosa nelle 80h di A0NM è nella piena facoltà decisionale del DS. Inoltre è dovere del DS non lasciare classi scoperte se non ci sono tutti i docenti.

D3) Posso assegnare le 8 ore di A0NM come ore aggiuntive ad uno dei 4 docenti di A0NM in OD?
R3) Assolutamente NO.

D3) Posso assegnare supplenza fino ad avente diritto sulle 8 ore in A0NM?
R3) Appena l’AT mi dà l’OK si. (questa non è una supplenza temporanea!)

D5) Che significa che non posso assegnare supplenze temporanee al potenziamento?
R5) Che sulle ore di potenziamento (e sono ore di potenziamento non docenti di potenziamento) non posso nominare supplenti per periodi di malattia.

D6) E se ho uno spezzone di 6h da assegnare tramite graduatorie d’istituto?
R6) Come sempre devo seguire la procedure per assegnare queste ore, per cui prima di tutto ai docenti con incarico annuale con meno di 18h per completare, poi ai docenti titolari che vogliono superare le 18h e quindi chiamare il supplente da Graduatoria d’Istituto. Ma come il caso precedente posso comunque dare quelle ore al docente della stessa materia presente nella scuola e poi utilizzare il supplente sullo spezzone nel compito di potenziamento che doveva svolgere il docente di ruolo cercando innanzitutto di garantire continuità didattica agli alunni sulle ore di ordinamento e poi le competenze per garantire il potenziamento proposto nel PTOF.

D7) È meglio assegnare tutte le ore di potenziamento ad un singolo docente o distribuirle tra tutti i docenti disponibili.

R8) È sicuramente più conveniente distribuire il potenziamento tra quanti più docenti è possibile dato che non si possono assegnare supplenze brevi per le ore di potenziamento con la conseguenza che dare tutte le ore ad una singola persona bloccherebbe tutte le attività di potenziamento previste. Inoltre distribuire le ore di potenziamento consente di assegnare un numero minore di classi a tutti i docenti coinvolti distribuendo al meglio il carico di lavoro ed evitando divisioni improbabili di orario come dividere le ore di “Matematica e Fisica”, “Storia e Filosofia”, “Italiano e Latino” di una stessa classe tra più docenti.


NOTA FINALE

La confusione è anche legata al fatto che non sono ancora state fatte tutte le operazioni di assegnazione provvisoria, utilizzazione, immissioni in ruolo e supplenze annuali. Per meglio capire si ricordi che teoricamente (MOLTO teoricamente in 10 anni di precariato ho avuto l'incarico dal 1/9 solo 1 volta :-( ) entro il 1' Settembre nelle scuole l'organico dovrebbe essere completo e dovrebbero già essere state fatte le utilizzazioni, assegnazioni provvisorie, immissioni in ruolo e supplenze annuali (sia quelle da provveditorato che quelle da Graduatorie d'Istituto). 

OVVIAMENTE il fatto che non siano state completate queste operazioni NON può in alcun modo modificare l'organico a disposizione di una data scuola.

Nessun commento:

Posta un commento